24.9 C
Lecce
venerdì, Agosto 12, 2022

Grottaglie e la festa delle trombe in terracotta

di Francesco Paolo Pizzileo

 

 

 

A Grottaglie, ogni 29 giugno, si festeggia dal 1577 la Festa delle Trombe in terracotta.

 

 

Unica in Italia, la festa, in onore di San Pietro presso l’antica cappella dedicata ai Santi Pietro e Paolo, vede il coinvolgimento dell’intera comunità grottagliese che, nei vicoli del borgo antico, suona (“spernacchia“) le trombe durante la processione.

 

Una volta lo strumento argilloso si regalava alle persone degne di considerazione, agli amici, o si scambiava con qualche paniere di fioroni e con altri prodotti della terra.

 

Pare che la tradizione abbia avuto inizio dall’influenza culturale degli ebrei che esercitarono l’arte dei tintori nella lama del Fullonese. Gli ebrei suonavano lo “shofar“, ossia il corno di montone utilizzato durate il Capodanno ebraico, il cui suono richiama l’eco del Sinai.

 

Un tempo la giornata veniva interamente allietata con il suono stonato e stridulo delle trombe di terracotta che, al termine della giornata, venivano rotte dai presenti e ridotte in frantumi per allontanare malattie e debiti.

 

È una festa bella e divertente, di fede e allegria.

Per l’intero mese di giugno alcuni ceramisti preparano i manufatti e i panettieri realizzano pane e dolci a forma di tromba.

Pubblicato il 27 giugno 2022 alle ore 09:41

Related Articles

Ultimi Articoli